Home page

#raccoltafondialtipianicimbri

La terra trema e le case si sbriciolano, crollando su se stesse e su chi vi è dentro. Molti riescono a scappare in strada, molti altri non ce la fanno e rimangono sotto le macerie… Sembra l’inizio di un film apocalittico, invece purtroppo è quello che è successo nel centro Italia nella notte del 24 agosto e che continua a tremare. Di fronte ad una catastrofe del genere, a scenari che appaiono realmente apocalittici, molti si chiedono: “cosa potrei fare per dare una mano?”. La risposta è che ognuno può fare qualcosa per aiutare chi ha perso tutto, non serve per forza essere lì sul campo per rendersi utili. La rinascita sarà lunga e faticosa e insieme ce la possiamo fare. Questa la spinta propulsiva che ha riunito le associazioni di protezione civile degli Altipiani Cimbri nel lanciare una campagna di raccolta fondi per sostenere la ricostruzione di quel meraviglioso pezzo d’Italia che è stato inghiottito dal terremoto dello scorso 24 agosto. I primi soccorsi arrivati sui luoghi del disastro sono stati i corpi di protezione civile, la Croce Rossa, i Vigili del Fuoco e il Soccorso Alpino. Queste grandi e importanti associazioni sono presenti capillarmente su tutto il territorio italiano e anche sugli Altipiani Cimbri. E proprio qui le tre associazioni si sono messe al lavoro, collaborando assieme per fare la propria parte.
 
#raccoltafondialtipianicimbri Fondi Raccolti: € 43.447,58 di cui fondi investiti € 16.758 (arredi per la Scuola elementare e materna di Amatrice) ed € 26.688,90 fondi disponibili in attesa di individuazione di necessità [situazione aggiornata al 25/01/2017]